Le télescope Webb ha lasciato la Terra : ‘Rivoluzionerà l’astronomia’

Il plus grande tra gli osservatori spaziali inviati finora nello Spazio ha lasciato la Terra, alle 13:20 di oggi, sabato 25 dicembre. È partit dalla rampa di lancio dello spazioporto di Kourou, nella Guyana francese, a bordo del razzo Ariane-5, da cui è stato rilasciato circa 27 minuti dopo la partenza. La sua missione è frutto della collaborazione tra Nasa, Agenzia spaziale europea e Agenzia spaziale canadese

Le télescope a raggi infrarossi James Webb (Jswt) ha lasciato la Terra, a bordo del razzo Ariane-5. È partito oggi, nel giorno di Natale, dalla rampa di lancio dello spazioporto di Kourou, nella Guyana francese, alle 13:20, ora italiana, secondo l’orario previsto. La sua sarà una missione storica che « riscriverà l’astronomia », ha detto l’astrofisca della Nasa Amber Straughn. Le projet est frutto della collaborazione tra Nasa, Agenzia spaziale europea et Agenzia spaziale canadese. Webb dovrebbe permettere di vedere l’Universo come mai prima d’ora. È il plus grande telescopio inviato finora nello Spazio, destinato ad ampliare i percorsi di studio aperti dal suo prédécesseure Hubble (TUTTE LE NOTIZIE SU HUBBLE). Dovrebbe consentire di osservare sia the prime galassie apparse dopo il Big Bang che la formazione di stelle e gli espianeti.

Le viaggio di Webb

voir aussi

Telescopio sardo a caccia inafferabili onde gravitazionali

Il telescopio viaggà su una traiettoria di fuga diretta lungo l’asse Terra-Sole. Impiegherà circa un mese per raggiungere il secondo punto di Lagrange, a oltre 1,5 milioni di chilometri dalla Terra. Ventisette minuti dopo la partenza si è separato dal razzo Ariane-5, come è stato annunciato da Jean-Luc Boyer, directeur delle operazioni di lancio presso il Guyana Space Center. A monitorare Webb nelle prime fasi del suo viaggio saranno la base dell’Agenzia spaziale italiana a Malindi, in Kenya, l’antenna della Nasa a Canberra, Australia, la stazione (sempre della Nasa) di Madrid, Spagna, e il centro operativo dell ‘Agenzia spaziale europea en Allemagne.

Louie Roy

"Aspirant défenseur de la télévision. Pionnier de l'alimentation. Amateur de bacon hardcore. Résolveur de problèmes indépendant. Expert en bière. Spécialiste de la culture pop. Nerd Twitter. Webaholic."

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.